L’ Associazione, costituita nel 1990 a Torino è una Onlus (Organizzazione non lucrativa di utilità sociale) riconosciuta dalla Regione Piemonte con DPRG 2938/96, che opera sul territorio di Torino.
L’obiettivo statutario dell’ASVAD è operare nel settore socio-assistenziale con la finalità di solidarietà sociale.
L’attività dell’Associazione si rivolge alle persone in difficoltà e a sostegno delle famiglie dei malati di Alzheimer.
L’Alzheimer è una patologia neurologica degenerativa che colpisce le cellule cerebrali e progressivamente induce il malato ad uno stato di non autosufficienza e conseguentemente crea una situazione complessa per la famiglia che lo deve accudire.
La famiglia rimane l’unico sostegno per il malato di Alzheimer.
Dal 1995 l’ASVAD ha erogato migliaia di ore di assistenza gratuita con iniziative volte al sostegno psicologico e all’ascolto delle famiglie, alla formazione e all’informazione.
Tutte le attività dell’Associazione sono finalizzate non solo ad offrire un valido aiuto ma principalmente a contrastare l’isolamento dei famigliari e malati e dare loro un  adeguato sostegno morale.


Ultime Novità


Votaci sul sito Aviva

Vi chiediamo una mano per sostenere l’Alzheimer Caffè Torino votando il progetto sul sito Aviva. E’ sufficiente registrarsi, ma ci va davvero un minuto, assegnando un massimo di 10 voti per il progetto. Più siamo a votarlo, maggiori saranno le possibilità di essere finanziati per poter proseguire le attività. Vi chiediamo di diffondere l’informazione anche… Leggi Tutto

Usare molto il cervello conserva meglio la memoria

Più si è fatto lavorare il cervello durante la propria vita, minore è il rischio di andare incontro a una ridotta funzionalità cognitiva nella terza età, perchè in un certo senso si parte da un livello più alto. E’ la cosiddetta riserva cerebrale. Lo conferma una revisione pubblicata su ” Trends in cognitive Sciences” ad… Leggi Tutto

La solitudine di Gabriel Garcia Marquez

Il Nobel per la Letteratura Gabriel Garcia Marquez, 85 anni, sarebbe malato di ALzheimer: lo ha rivelato l’amico Plinio  Apuleyo Mendoza al sito colombiano Kien&ke.com. La conferma delle cattive condizioni dell’autore di ” Cent’anni di solitudine” è arrivata dal biografo ufficiale: “Garcia non finirà la seconda parte dell’autobiografia ‘VIvir para contarla’ ” ha detto Dasso… Leggi Tutto